Yamaha R3 Cup - 2° Tappa
20 maggio 2018 // Racing // R3 Cup
Yamaha R3 Cup - 2° Tappa
Prosegue con il 2° Round a Misano

VINCE GENERALI E METTE TUTTI SULL’ATTENTI

 

Un mare di Yamaha R3 avvolgono Misano di blu, piloti in carriera nel mondo tre diapason strappano tempi analoghi a quelli della Supersport 300 del mondiale dove le moto possono adeguarsi ad un  regolamento che gli consente qualche modifica in più.

 

L’organizzazione di AG Motorsport Italia schiera nel trofeo monomarca ufficiale Yamaha R3 una quarantina di piloti in sella ad una bicilindrica divertente che insegna tanto, qui dove prima della potenza bisogna imparare a guidare, a fare strategia, affinare la tecnica e tattica di gara che per queste cubature è fondamentale perchè tutte le moto sono uguali, unico modo per far emergere la bravura di guida dei piloti e dove il rispetto per le regole deve essere al primo posto per mettere sul primo gradino del podio grandi piloti e grandi persone.

 

Nelle qualifiche il più veloce è Hendra Galang, il pilota indonesiano corre nel mondiale SSP300 in sella alla Yamaha R3 del team motoxracing, presente a Misano per allenarsi (fuori classifica) in previsione della prossima gara della SBK. Jacopo Facco del medesimo team strappa la pole-position con 1’51”521 al secondo turno di ufficiali, ma attenzione ad Eugenio Generali (AG racing) e Kevin Arduini (team MMR) che tra le due qualifiche si danno già battaglia per conquistare il secondo e terzo posto in prima fila e che si preannunciano i protagonisti di questo round. Francesco Prioli (Gradara Corse) con un giro spettacolare, dalla quindicesima posizione migliora fino alla sesta. Emanuele Vocino (FM moto racing)un po' sottotono a Misano, reduce da una gara combattutissima al Mugello con Facco, sembra non trovare la giusta direzione sul circuito romagnolo. Il modenese Giacomo Mora (Giorgio Team) migliora di una posizione tra Q1 e Q2, buone performance anche per Lorenzo de Pera (HBM racing) e Giovanni Grianti (Gradara Corse). Antonio Longo, la new entry nel trofeo del team Gradara Corse fa parlare di sé e si posiziona subito nella top five “minacciando” i più veloci, dopo un guasto tecnico nelle libere del venerdì, si lancia deciso a prendere il suo tempo migliore nella seconda sessione.

 

Domenica è tempo di resa dei conti, sulla griglia di partenza le gomme Pirelli sono pronte per seguire le manovre dei piloti, occhi alzati ai semafori e si chiudono gli ombrelli blu di Yamaha Racing.

 

Al via le R3 ricoprono il rettilineo del Misano world circuit, un cordone compatto entra nella prima curva ed inizia la gara. I primi tre piloti Generali, Arduini e Facco hanno preso il largo, Arduini prende la scia di Generali ed aggancia Facco. All’inseguimento arrivano Francesco Prioli, Lele Vocino con Lorenzo de Pera e Andrea Longo. Kevin Arduini sferra un attacco a Jacopo Facco mentre Generali controlla da dietro, nella parte seguente del gruppo, intanto Longo prende le misure per accorciare il gap ed Alessandro Calgaro sferra una staccata fortissima allungando un po' la traiettoria ma prontissimo a riprenderla riaprendo la battaglia. Allungano Facco ed Arduini, intanto Prioli si è lanciato alla caccia dei tre battistrada come un falco punta la preda. Matteo Ferrari e Gregorio Golinelli in battaglia nelle retrovie, entrambi esordienti nel motociclismo vivono qui la loro esperienza.

 

Veloce il gruppo alle spalle dei leader che si sta ricompattando, ad ogni curva viene riconfermata l’entusiasmante emozione che regala questa categoria, quattro concorrenti appaiati al curvone entrano insieme dando spettacolo puro. Altro gruppo interessante tra Armandino Musto che apre il gruppo, lo segue poi Mattia Capogreco (impegnato anche nel trofeo Yamaha R125 cup) e Nicolas Cupaioli con Lorenzo del Bonifro e Andrea Riva.

 

Intanto i tre di testa vogliono la volata finale. Sul curvone Facco prende una decina di metri su Arduini e Generali. Siamo a 6 giri dal termine ed Emanuele Vocino insieme a Lorenzo De Pera guidano il gruppo all’inseguimento dei piloti di testa. Velocissimo all’uscita della Misano spunta Giovanni Grianti insieme a Vocino con Alessandro Berardi alle sue spalle. Roberto Bellebono in lotta con Sabrina Della Manna per tutta la gara. Roberta Ponziani in questo round non riesce a trovare il giusto feeling con la moto, ma non desiste dall’inseguimento della rivale per la classifica femminile. Altro gruppo con Cerullo, Cupaioli, Melodie Coignard con alle spalle Anastasia Kovalenko.

 

Giro di boa per la tappa romagnola, entrati nel sesto giro, Arduini perde il contatto da Generali e viene  assorbito nel gruppo di Francesco Prioli, Vocino e Grianti. Facco con un buon vantaggio su Eugenio Generali, conduce intanto la gara. Generali ha 30 metri sul gruppo di Arduini che gli permette anche di girarsi per tenere d’occhio la situazione, intanto Arduini perde due posizioni e Prioli attacca alla S veloce. Roberta Ponziani tenta di ricucire il gap con Vivas, nel frattempo Melodie Coignard si porta avanti e accende la sfida con Anastassia Kovalenko. Intanto sferra l’attacco Alex Calgaro all’esterno su Berardi e Longo, Bellebono sempre in lotta per con della Manna ma va largo e Sabrina si rinfila subito.

 

Continua la gara tra Facco e Generali, ma la bagarre si accende dietro, tra Vocino, Arduini con Prioli, Grianti e De Pera. Seguono Luca Seren Rosso che passa con Berardi, Longo e Calgaro.

 

Pone termine a tutte le sfide la bandiera rossa, causata da un high-side di Lorenzo De Pera la cui moto ingombra la pista e si trova nella traiettoria di Davis Castellani che non ha potuto evitare l’impatto. Fortunatamente i due piloti non hanno riportato alcuna conseguenza fisica.

 

Viene così decreta la fine della gara, salgono sul podio Facco, Generali e Prioli, ma un colpo di scena rivoluziona le posizioni. La direzione gara dichiara l’esclusione di Jacopo Facco dalla classifica per irregolarità tecniche alla moto e dovrà cedere lo scettro del primo posto ad Eugenio Generali proclamato vincitore della tappa romagnola, secondo sul podio Francesco Prioli e terzo Kevin Arduini.

 

 

CLASSIFICA ASSOLUTA

 

1° EUGENIO GENERALI (AG racing)

2° FRANCESCO PRIOLI (Gardara Corse)

3° KEVIN ARDUINI (MMR team)

 

CLASSIFICA JUNIOR

 

1° EUGENIO GENERALI (AG racing)

2° FRANCESCO PRIOLI (Gradara Corse)

3° EMANUELE VOCINO (FM moto racing)

 

CLASSIFICA SENIOR

 

1° KEVIN ARDUINI (MMR team)

2° GIOVANNI GRIANTI (Gradara Corse)

3° ANDREA LONGO (Gradara Corse)

 

CLASSIFICA SPORT

 

1° LUCA SEREN ROSSO (Rosso e Nero)

2° ALESSANDRO BERARDI (Martelli Motors)

3° ALESSANDRO CALGARO (Alex racing team)

 

CLASSIFICA WOMEN

 

1° SABRINA DELLA MANNA (Gradara Corse)

2° ROBERTA PONZIANI (Mariani Performance)

3° MELODIE COIGNARD ((team Jacky Onda)