10° ANNIVERSARIO YAMAHA R125 CUP
28 marzo 2018 // Racing // R125 Cup
il mono-marca più importante per l'inizio delle carriere dei piloti

Parte dalla Yamaha R125 cup la carriera da pilota, gare ad armi pari, formula low-cost con premi ed opportunità impareggiabili!

 

Bologna, 28 marzo 2018. La Yamaha R125 cup compie 10 anni, il mono-marca ufficiale della casa tre diapason è il più longevo e gremito in Italia tra le quarto di litro, grazie alla sua formula low-cost con la  possibilità di pagamenti frazionati, offre un ricco kit di materiale e servizi, doppie gare ad ogni round in massima sicurezza grazie al mono-gomma PIRELLI, coperture che consentono il top in fatto di feeling e performance su circuiti importanti come Vallelunga, Franciacorta, Varano, Magione, ma la caratteristica di base per il monomarca tre diapason è l’intensa formazione didattica con i medesimi istruttori, che da un decennio seguono i piloti Yamaha nel corso della loro evoluzione agonistica. Ineguagliabile il montepremi di grande valore, al vincitore, al quale viene consegnata una moto YAMAHA YZF-R3 in occasione della fiera di Verona MOTOR BIKE EXPO, altri premi per le classifiche speciali e contest ricercatissimi per vivere in prima persona con Yamaha un giorno in MotoGP e SBK. Ad ogni round sono di rito i momenti di aggregazione e divertimento con PATA SNACK.

 

Un grande successo la Yamaha R125 cup, ma soprattutto un’opportunità esclusiva per un futuro da pilota con i colori blu Yamaha in sella ad una supersportiva a ruota alta simile per impostazione e dimensione alle sorelle maggiori della R-series.

 

L’immagine per un pilota e per i suoi sponsor è fondamentale, ulteriore punto di forza della Yamaha R125 cup è l’intensa comunicazione istituzionale di Yamaha Motor Europe N.V. filiale Italia, la cui diffusione avviene attraverso sito web, social, comunicati alla rete di giornalisti e testate di settore, oltre alla presenza del trofeo nello stand Yamaha istituzionale alla fiera di  Eicma e Motor Bike Expo.

 

La Yamaha R125 cup è il primo passo nel motociclismo a ruota alta, che offre opportunità esclusive supportate dalla casa madre giapponese attraverso la filiale italiana. Da qui si buttano le basi per la carriera dei piloti, lungo un cammino chiamato “progetto giovani” nato da AG Motorsport Italia con il supporto di Yamaha Motor Europe N.V. filiale Italia. Le prospettive di carriera per i piloti che sapranno valorizzare la propria guida e portare la propria Yamaha sui primi tre gradini del podio sono molteplici. La scuola di guida sportiva motociclistica di AG Motorsport Italia permette una crescita del pilota molto rapida, questo per il decennale know-how che gli istruttori sono in grado di trasmettere ai ragazzi e alle loro strutture di supporto, non solo riferite

alle tecniche e tattiche di guida, sulla conoscenza del prodotto, per l’evoluzione e scelta dei componenti ottimali per la moto, ma soprattutto per la psicologia dei piloti che la guidano.

 

Il rischio di vedere in poco tempo performance rilevanti, comporta per il pilota e genitori un’attenta riflessione. La tendenza di bruciare le tappe e rischiare così di affrontare stagioni agonistiche costose e deludenti può compromettere un percorso costruito con metodo e la carriera del pilota. Per guidare i ragazzi anche fuori dalla pista, è stato necessario basarsi su un percorso programmato, AG Motorsport Italia supportata da Yamaha Motor Europe N.V. filiale Italia, hanno dato il via cinque anni fa al “progetto giovani”, percorso che parte dai trofei monomarca ufficiali italiani, fino all’opportunità di scegliere due strade: i primi tre classificati nella Yamaha R3 cup vincono la partecipazione alla selezione europea per il challenge bLU cRU che si svolge all’interno del mondiale Supersport 300 con la Yamaha R3 e dove nel caso di vincita o piazzamenti importanti a fine stagione, si aprono le porte alla supersport 600 con la Yamaha R6 in un team accreditato da Yamaha. Per chi vuole prima affrontare il CIV (campionato italiano velocità), il team di riferimento per la classe 300 è lo Junior Team AG Yamaha supported team.  

 

Negli ultimi due anni c’è la tendenza a saltare le tappe, trascurando quello che è un percorso formativo molto importante per i giovanissimi che devono fare esperienza ed apprendere il profondo significato dello sport. Imparare a ragionare, controllarsi e a sfidarsi ad armi pari è fondamentale, la R125 cup è un mono-marca il cui regolamento impone pochissime modifiche per mettere in risalto le qualità del pilota per dargli la possibilità di confrontarsi in sicurezza, apprendere nozioni importanti, di essere in grado di valutare ed elaborare strategie, nonostante la giovanissima età, sulla guida e comportamenti che poi lo accompagneranno attraverso la sua carriera. 

 

Dal vivaio della Yamaha R125 cup provengono i ragazzi più veloci d’Italia, che hanno portato alla vittoria la Yamaha R3, fin dal suo primo esordio in Italia. Nel 2015 dopo l’esperienza nella R125 cup, il giovane pilota spagnolo Pedro Javier Castano Illan vince il titolo di campione nel CIV (campionato italiano velocità) in sella alla Yamaha R3 classe Sport 4t (oggi denominata Supersport 300) con lo Junior Team AG Yamaha supported team, nel 2016 Alessandro Arcangeli (team Geko Bike) conquista il titolo nella Yamaha R125 cup e con la moto vinta affronta il monomarca Yamaha R3 arrivando secondo dietro a Luca Bernardi campione della Yamaha R3 cup 2017 (team Motorzenit) che quest’anno affronterà la classe Supersport 300 all’interno del WSBK in sella alla moto vinta nel trofeo.