Yamaha "R-Series" m.y. 2018
06 novembre 2017 // Moto
Yamaha "R-Series" m.y. 2018
Benvenuti nel "R-World" delle supersportive tre diapason.
Le competizioni, per Yamaha, non costituiscono un'attività in aggiunta al suo core-business. Il Racing, infatti, è parte integrante del DNA del brand nipponico e la gamma Supersport 2018, la più ampia all'interno del mercato motociclistico, testimonia il costante impegno della Casa di Iwata nella progettazione e realizzazione di modelli Supersport esclusivi, di qualità elevata e senza compromessi. 

La ricca storia di Yamaha nei Gran Premi si estende nell'arco di sessant'anni e continua tutt'oggi con l'incredibile moto ufficiale utilizzata per correre in MotogGP: la YZR-M1. La filosofia costruttiva tre diapason, nata e sviluppata dalle corse, permette a Yamaha di mettere a frutto le capacità, le conoscenze e la determinazione necessarie per creare moto eccezionali come quelle che compongono la straordinaria famiglia "R-Series": YZF-R1M, YZF-R1, YZF-R6, YZF-R3 ed YZF-R125. 


Yamaha YZF-R1M m.y. 2018.
Sin dalla sua presentazione, YZF-R1 è subito diventata la punta di diamante dei mezzi R-Series. Oggi è unanimemente considerata uno dei modelli da pista più innovativi e performanti del mondo. Nel 2017, YZF-R1M ha nettamente vinto il confronto con altri mezzi in occasione di diversi test comparativi organizzati da riviste di settore europee ottenendo così vasti consensi per le straordinarie prestazioni del suo motore e per la precisione della guida, oltre che per la fluidità dei sistemi di gestione elettronica e dell'interfaccia con il sistema YRC (Yamaha Ride Control). 

Partendo da queste stesse basi, YZF-R1M m.y. 2018 promette di essere la moto di serie più avanzata mai prodotta da Yamaha. Spinta da un motore CP4 crossplane e dotata di sofisticate tecnologie di controllo elettronico sviluppate direttamente dalle YZR-M1, YZF-R1M permette ai piloti più esigenti e a chi ama accarezzare con la propria moto i cordoli della pista la possibilità di sfruttare a pieno il loro incredibile potenziale. 

La fasatura a scoppi irregolari a 270° - 180° - 90° - 180° del motore crossplane genera una spinta superiore a regimi bassi e medi. Il motore, pensato per competizioni, si caratterizza anche per il ringhioso sound allo scarico. L'elettronica, nel frattempo, lavora in background per offrire al pilota il supporto necessario per imbrigliare la potenza ed ottenere tempi migliori sul giro, in ogni condizione. 

Sospensioni Elettroniche Öhlins Racing (ERS) aggiornate.
Le esclusive sospensioni elettroniche Öhlins Racing (ERS) rappresentano il sistema più avanzato nella categoria Supersport e regalano al pilota un vantaggio reale, adattandosi automaticamente e senza soluzione di continuità alle condizioni della pista. Fanno ciò analizzando istantaneamente i dati che provengono dalla piattaforma inerziale a 6 assi (IMU) e regolando con precisione costantemente i valori di compressione ed estensione di forcella e mono ammortizzatore. 

Per il 2018, YZF-R1M è equipaggiata con le evolute Smart EC 2 ERS, il sistema più sofisticato mai sviluppato da Öhlins per una moto di serie che permette di regolare con maggiore precisione la dinamica delle sospensioni in pista, specialmente con le nuovi funzioni di supporto per frenate, accelerazioni e curve. 

ERS impedisce l'affondamento della forcella e riduce al minimo l'abbassamento del retrotreno o "squat". Utilizzando la funzione Yamaha Ride Control (YRC) è possibile variare il comportamento e le caratteristiche di ERS in occasione di frenate, accelerazioni e curve regolandole separatamente e in moto autonomo. In più, non è più necessario regolare la compressione e l'estensione. Semplicemente scegliendo il grado di stabilità anteriore e posteriore, le sospensioni vengono tarate di conseguenza. 

Grazie alla possibilità di scelta offerte dalle regolazioni manuale ed automatica di ERS, il pilota può mettere a punto YZF-R1M per migliorare la trazione e la stabilità in fase di frenata, accelerazione e in curva. Grazie anche all'impiego di una nuova mescola per le gomme, l'ERS più attuale migliora il grip all'anteriore di questo straordinario modello da pista che è già conosciuto per la precisione chirurgica in curva. 

Cambio elettronico QSS.
Per il 2018, YZF-R1M è equipaggiata con un cambio Quick Shift System ancora più sofisticato, progettato per garantire cambi di marcia affidabili e rapidi senza dover utilizzare la frizione. 

Anche se la versione 2017 era già dotata di un QSS per innestare le marce a pieno gas, quella 2018 adotta un QSS perfezionato che agisce anche quando si scala. 

Una soluzione che offre al pilota di YZF-R1M un grande vantaggio perché non solo aiuta a risparmiare frazioni di secondo ad ogni giro, ma riduce anche gli stimoli fisici e mentali richiesti al pilota permettendogli così di concentrarsi completamente sul modo più veloce possibile di impostare l'ingresso in curva. 

I piloti di YZF-R1M possono anche regolare i valori di QSS ed impostare le proprie preferenze utilizzando la funzione Yamaha Ride Control (YRC) sulla strumentazione TFT. La funzione YRC offre la possibilità di scegliere tra due modalità di innesto delle marce: la modalità 1, la più veloce, è perfetta per una guida che cerca le prestazioni; la 2 è invece più progressiva. Le funzioni di innesto e scalata possono anche essere disattivate. 

Il sistema QSS regolabile permette ai piloti di adattare la velocita di cambiata al proprio stile di guida e alle condizioni della pista. Per tenere il pilota sempre informato, la modalità selezionata appare sul display TFT. 

Nuova mappatura centralina e LIF perfezionato.
Per mantenere prestazioni ottimali in fase di accelerazione, su YZF-R1M è stata rivista la mappatura della centralina che adesso consente l'uso della nuova modalità di scalata del Quick Shift System. 

Insieme alla centralina ECU ri-mappata, anche il LIFt control (LIF) è stato perfezionato diventando così un sistema sofisticato che monitora e regola l'erogazione di potenza quando la piattaforma inerziale Internal Measuring Unit (IMU) rileva che la ruota anteriore si è alzata in modo improvviso o eccessivo. In questo modo il controllo in accelerazione migliora permettendo dunque al pilota di concentrarsi solo sulla pista che ha davanti, senza doversi distrarre a causa di un'impennata indesiderata. 

Carena in carbonio con nuove finiture.
Una delle molte caratteristiche esclusive di YZF-R1M è la sua carena in carbonio. Per sottolineare la particolarità del m.y. 2018, le grafiche sono state riviste e le superfici realizzate con questo materiale ultra leggero sono state aumentate. 

Colori e disponibilità.
YZF-R1M m.y. 2018 sarà disponibile, nella colorazione Silver Blu Carbon, in quantità limitate e solo previa prenotazione online. Le prenotazioni da parte di team e piloti interessati avranno inizio a partire dal 27 novembre 2017 sul sito https://r1m.yamaha-motor.eu/. I futuri possessori di YZF-R1M avranno inoltre la possibilità di partecipare all'esclusiva Yamaha Racing Experience, due giornate da trascorrere nei più famosi circuiti europei, nell'estate 2018. Un 'esperienza unica, in occasione della quale Yamaha coprirà tutti gli aspetti della preparazione e del setting delle moto, con corsi teorici e guide didattiche in circuito con star delle competizioni di ieri e di oggi. 

Nuove caratteristiche YZF-R1M m.y. 2018
Evolute sospensioni Öhlins Electronic Racing (ERS) 
Setting ERS perfezionati e nuove regolazioni tramite Yamaha Ride Control (YRC) 
Cambio elettronico evoluto Quick Shift System (QSS) con nuova funzione di scalata 
Programma del controllo dell'impennata (LIF) migliorato 
Nuova mappatura della centralina 
Carena in carbono ispirata a YZR-M1 
Motore crossplane da 998 cc, 4 cilindri, 200 CV, 16 valvole 
IMU a 6 assi per dati 3D sul movimento 
Traction Control/Slide Control in base all'angolo di piega 
Lift Control / Launch Control / pneumatico posteriore da 200 
ABS/Unified Brake System sensibili all'angolo di piega 
Telaio Deltabox in alluminio a interasse corto 
Forcellone in alluminio  a capriata inclinato verso l'alto 
Telaietto e cerchi in magnesio 


Yamaha YZF-R1 m.y. 2018.
YZF-R1 dispone di molte delle tecnologie di gestione elettronica proprie della sorella maggiore, YZF-R1M. Le sue vittorie, riportate presso i circuiti di tutto il mondo, parlano da sole. Tra le più recenti spiccano quella ottenuta al Mondiale Endurance 2017, una tripletta da record alla prestigiosa ed iconica 8 ore di Suzuka, e la conquista delle 24 ore di Le Mans e del Bol d'Or. Un palmarès che fa invidia. 

Cambio elettronico QSS.
YZF-R1 m.y. 2018 è equipaggiata con un nuovo Quick Shift System (QSS) che offre la massima fluidità sia negli innesti che nelle scalate. 

Colori e disponibilità.
YZF-R1 m.y. 2018 sarà disponibile nei Concessionari Yamaha Ufficiali da Marzo 2018, nella nuova colorazione Race Blu e Tech Black. 

Caratteristiche principali YZF-R1 m.y.2018
Cambio elettronico QSS evoluto 
Motore crossplane da 998 cc, 4 cilindri, 200 CV, 16 valvole 
IMU a 6 assi per dati 3D sul movimento 
Traction Control/Slide Control in base all'angolo di piega 
Lift Control e Launch Control 
ABS/Unified Brake System sensibili all'angolo di piega 
Telaio Deltabox in alluminio a interasse corto 
Peso in ordine di marcia 199 kg 
Forcellone in alluminio con capriata di rinforzo/telaietto in magnesio 
Cerchi in magnesio e serbatoio in alluminio 
Modalità di guida con setting regolabili 
Strumentazione LCD Thin Film Transistor (TFT) 


Colori e disponibilità gamma Supersport m.y.2018.
Gli altri modelli della gamma Supersport saranno disponibili nelle colorazioni seguenti: 

YZF-R6 - Disponibile in tutti i Concessionari Ufficiali Yamaha, nella nuova colorazione Race Blu e Tech Black, a partire da Gennaio 2018. 

YZF-R3 - Disponibile in tutti i Concessionari Ufficiali Yamaha, nella nuova colorazione Race Blu e Power Black, a partire da Marzo 2018. 

YZF-R125 - Disponibile in tutti i Concessionari Ufficiali Yamaha, nella nuova colorazione Race Blu e nelle livree Radical Red e Tech Black, a partire da Novembre 2017.