Yamaha per le forze dell'ordine.
27 settembre 2017 // Business solution
Yamaha per le forze dell'ordine.
A Riccione svelata la nuova Tracer 700 Police.
Yamaha Motor Europe N.V. Filiale Italia ha partecipato alla 36a edizione delle Giornate della Polizia Locale, tradizionale convegno dedicato a tutte le nuove normative e le principali novità tecnologiche a supporto dell’attività operativa dei Corpi di Polizia Locale italiani, svoltasi dal 21 al 23 Settembre a Riccione.
 
Un’opportunità, per la Casa dei tre diapason, per dare continuità al significativo progetto “Yamaha for Police”, confermare il forte rispetto e ammirazione nei confronti delle Forze dell’Ordine e soprattutto la propria vicinanza al tema della sicurezza dei motociclisti e del territorio.
 
Per l’occasione Yamaha ha esposto presso il Palazzo dei Congressi di Riccione, sede della tre giorni di manifestazione, l’intera gamma di prodotti sin qui realizzati per le Forze dell’Ordine italiane che da oggi è consultabile anche online nel sito Yamaha nella sezione Business Solution dove è possibile trovare ogni tipo di informazione: identikit dei mezzi realizzati e rispettivi dati tecnici, ampia gallery fotografica, prezzi e codici MePA.
 
A margine del Convegno Nazionale della Polizia Locale, Yamaha ha svelato anche la nuova Tracer 700 Police, una versione speciale della versatile Sport Touring bicilindrica che sarà disponibile sul mercato a partire da dicembre 2017 e caratterizzata dal seguente kit:
 
•    coppia di luci blu a LED anteriori (funzioni flashing e di crociera);
•    coppia di sirene dual tone;
•    luce posteriore a LED montata su palo telescopico;
•    pulsantiera ergonomica al manubrio, lato sinistro, 3 funzioni;
•    paramotore in acciaio verniciato;
•    coppia di valigie rigide, 20 litri.
 
La speciale Tracer 700 Police presenta delle novità assolute:
 
•    possibilità di programmare completamente le funzioni associate ai pulsanti (protocollo CANBUS);
•    l’opportunità di installare una seconda pulsantiera sul lato destro del manubrio;
•    la presenza di uno spazio sulla sella anche per il passeggero che mantiene quindi biposto il mezzo;
•    la possibilità di installare luci fendinebbia anteriori sul paramotore.