R1 Piro replica

vieni ad ammirarla da Valli Moto Lissone fino al 31/10/2020

28
ott

La favolosa R1 replica Piro, ispirata alla YZF 750 R del 1993, è visibile presso la sede di Lissone fino al 31/10/2020 !

Vieni ad ammirarla e partecipa all'asta:  https://www.ebay.co.uk/itm/One-of-a-kind-Fabrizio-Pirovano-Replica-Yamaha-R1/383775664109

 

È partita l’asta per aggiudicarsi l’unico esemplare della Yamaha “Piro Replica” R1 realizzato dalla Yamaha
Motor Europe in memoria di Fabrizio Pirovano. Alessandro Gramigni, che era legato al pilota lombardo da una forte amicizia, ha guidato questa moto sul circuito portoghese dell’Estoril al termine della prova di campionato mondiale Superbike, per ricordare il campione brianzolo scomparso a 56 anni a causa di un cancro. È la stessa pista sulla quale aveva conquistato la sua decima e ultima vittoria in Superbike, nel 1993. Sulla griglia, alla partenza del giro d’onore, c’erano anche la compagna di Fabrizio, Silvia, e le loro due figlie, Michela e Francesca.
«Fabrizio Pirovano è stato un pilota, ma soprattutto una persona che ha lasciato un ricordo indelebile nel Mondiale Superbike e nella famiglia Yamaha – ha detto Andrea Dosoli, Racing Manager di Yamaha Motor Europe –. Ritornare all’Estoril 27 anni dopo l’ultima vittoria di Fabrizio, con una Yamaha, è stata una opportunità unica per ricordarlo».
La R1 portata in pista da Gramigni aveva la stessa livrea bianco/rosa/azzurro della YZF 750 SP di allora, ed era stata allestita per la pista montando uno scarico Akrapovic da competizione e pneumatici slick Pirelli. Ora è stata messa all’asta su ebay.co.uk, la potete trovare digitando ”One of a kind Fabrizio Pirovano Replica Yamaha R1” e – se ritenete – rilanciare con la vostra offerta. Il vincitore potrà scegliere se mantenere la moto in questo allestimento oppure averla in versione stradale, con i pezzi a parte. Il ricavato verrà devoluto in beneficenza.
«Siamo lieti di annunciare che questo esemplare unico della R1 potrà essere vostro – ha ripreso Dosoli –. I proventi dell’asta saranno in favore dell’organizzazione per la lotta al cancro sostenuta dalla famiglia di Pirovano, la Fondazione Oncologia Niguarda ONLUS».